Una ragazza nata senza naso, chiamata “Voldemort”, ha dimostrato che ognuno è bello a modo suo

Questa giovane ragazza, conosciuta come “Voldemort” perché è nata senza naso, si distingue per la sua particolare apparenza.

La sua storia ci ispira ad abbracciare la diversa bellezza presente in ogni essere umano, sfidando le nostre idee su cosa significhi essere veramente eccezionali.

Tessa è nata con una rara condizione nota come arinia congenita completa, che significa che le manca il naso.

Questa rara anomalia, che colpisce poche persone a livello globale, ha presentato a Tessa sfide distinte fin dall’inizio della sua vita.

Nonostante questi ostacoli, ha scelto di non lasciare che la sua condizione la definisca, affrontando la vita con entusiasmo senza pari.

L’arinia si manifesta quando il naso non si sviluppa nell’utero, portando all’assenza di questa caratteristica facciale.

Nel caso unico di Tessa, la sua condizione si estende alla mancanza del sistema olfattivo, la parte del cervello responsabile del riconoscimento degli odori.

Nonostante le sfide poste dalla sua condizione, i genitori di Tessa l’hanno vista come una ragazza bella e straordinaria.

Dopo aver scoperto la deformità facciale della loro bambina durante un’ecografia, i genitori di Tessa, Grainne e Nathan Evans, hanno provato un mix di emozioni.

Scoprire cinque mesi dopo la gravidanza che la loro figlia sarebbe nata senza naso è stato indubbiamente uno shock.

Nonostante la sfida iniziale, si sono impegnati fermamente ad offrire a Tessa la migliore cura e supporto possibili.

Poco dopo la sua nascita, è stata trasferita in terapia intensiva, dove ha subito una tracheotomia per facilitare la respirazione.

A soli undici mesi, Tessa ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico per la cataratta, aggiungendo ulteriori sfide che ha affrontato a così tenera età.

Due anni dopo, Tessa ha subito un intervento chirurgico estetico per avere protesi impiantate sotto la pelle, gettando le basi per la costruzione di un naso artificiale in futuro.

La decisione di procedere con l’intervento non è stata presa alla leggera dai suoi genitori.

Tuttavia, lo hanno visto come un’opportunità per migliorare gradualmente l’aspetto di Tessa nel tempo, rendendo il suo profilo più “normale”.

Ciò ha comportato innesti ossei e cutanei, di solito consigliati durante l’adolescenza quando il viso ha finito di crescere.

Tessa si è adattata a una vita senza naso, basando la respirazione attraverso la bocca e mancando del senso dell’olfatto che molti di noi spesso danno per scontato.

Nonostante queste sfide, la gioia contagiosa di Tessa e il suo entusiasmo per la vita sono un potente testimone della sua determinazione incrollabile di vivere la vita appieno.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Una ragazza nata senza naso, chiamata “Voldemort”, ha dimostrato che ognuno è bello a modo suo
Perché non dovresti versare l’acqua dopo aver cotto la pasta: da sapere