La mamma adotta una bambina ritenuta “spaventosa” e “bruciata”: storia commovente

Una madre ha rivelato di dover trascorrere almeno due ore al giorno dando il bagno alla sua figlia adottiva di dieci

mesi per trattare una malattia rara che fa crescere la pelle della bambina fino a dieci volte più velocemente del normale.

Carla Brown, 53 anni, e suo marito Paul, 55 anni, di Chicago, hanno adottato Hanna Rose,

nata con l’ittiosi arlecchino, una malattia rara che causa la formazione di placche spesse sulla pelle del corpo, nel giugno del 2020.

Due settimane dopo essere tornata a casa, Hanna è stata urgentemente trasportata in terapia intensiva con

un’infezione batterica e i medici hanno avvertito Carla e Paul che probabilmente non sarebbe sopravvissuta.

Nonostante il tasso di mortalità tra i bambini affetti da questa malattia sia del 50% per i bambini di meno di un anno,

Hanna ha sfidato ogni aspettativa ed è tornata alla sua famiglia dopo 53 giorni di ospedalizzazione.

Ma Carla ha dichiarato che prendersi cura di sua figlia a casa può essere anche “estenuante” a volte, affermando:

“Ha bisogno di un bagno di un’ora due volte al giorno e poi deve essere coperta di unguenti lenitivi ogni tre ore, giorno e notte, per calmare la sua pelle secca e irritata.”

Questa malattia è estremamente rara e provoca la formazione di spesse placche di pelle che coprono il corpo e il viso.

Nei casi gravi, la pelle di una persona può crescere a un ritmo dieci volte superiore rispetto alla normale.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

La mamma adotta una bambina ritenuta “spaventosa” e “bruciata”: storia commovente
Dopo il pensionamento, la donna si è trasferita da un appartamento di tre stanze a un monolocale: non l’ha mai rimpianto