Il procione ritorna alla donna che l’ha salvato: un caso straordinario e commovente

Ruki, un piccolo procione, è stato trovato sul ciglio della strada e portato al rifugio faunistico locale.

Ma non c’era posto disponibile e si è proposto di lasciare il cucciolo nei boschi o di farlo addormentare.

La soccorritrice della fauna selvatica Nikki non ha potuto portare il cucciolo con sé e lo ha portato da sua madre.

Il procione è stato chiamato Ruki. La donna ha iniziato a prendersi cura di lui: lo teneva tra le braccia e lo nutriva con il biberon di latte.

Alla fine dell’estate, il cucciolo era cresciuto e poteva tornare nella natura.

Ha iniziato ad andare nei boschi, ma ogni giorno tornava a casa dove era stato cresciuto.

“Mia madre ha un’altalena su cui le piace sedersi.

Il procione viene e si arrampica sull’altalena per sedersi accanto a lei. Ama fare le coccole. Poi mangia e va nei boschi”, ha detto Nikki.

Ruki vive nella natura da tre anni. Dopo di ciò, la donna ha accolto molti cuccioli di procione orfani.

Tutti quelli che sono stati rilasciati nella natura tornano da lei. Li nutre e dà loro affetto.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il procione ritorna alla donna che l’ha salvato: un caso straordinario e commovente
È semplicemente fantastico: Nicolas La Monaco ha deciso che doveva perdere peso e ha perso 68 kg