Il procione torna alla donna che lo ha salvato: una storia meravigliosa

Ruki, un piccolo procione, è stato trovato ai margini della strada e portato al rifugio faunistico locale.

Ma non c’era spazio disponibile e hanno proposto di lasciare il cucciolo nei boschi o di addormentarlo.

La salvatrice della fauna selvatica, Nikki, non poteva portare il cucciolo con sé e lo ha portato a casa dalla madre.

Il procione si chiamava Ruki. La donna ha iniziato a prendersene cura: lo ha preso in braccio e lo ha nutrito con il biberon di latte.

Alla fine dell’estate, il cucciolo era cresciuto e poteva tornare nella natura.

Ha iniziato ad avventurarsi nei boschi, ma ogni giorno tornava a casa dove era stato cresciuto.

“Mia madre ha un’altalena dove le piace sedersi.

Il procione viene e si arrampica sull’altalena per sedersi accanto a lei. Gli piace abbracciarsi. Poi mangia e va nei boschi”, ha dichiarato Nikki.

Ruki vive nella natura da tre anni.

Dopo di che, la donna ha ospitato molti cuccioli di procione orfani. Tutti quelli che sono stati rilasciati nella natura tornano da lei. Li nutre e li coccola.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il procione torna alla donna che lo ha salvato: una storia meravigliosa
Kate Middleton ha mantenuto segreta la sua operazione: scopriamo perché