Come i medici hanno salvato un neonato prematuro di 498 grammi con un sacchetto per il pranzo

Ecco perché è essenziale che le future mamme si affidino ai medici, per quanto possibile.

Ma anche in questo caso, i medici sono talvolta confrontati con problemi unici che richiedono soluzioni creative.

Immagina ora di tenere il tuo bambino nel palmo della mano. Quando Pixie Griffiths-Grant è nata tre mesi prima del termine, pesava 498 grammi.

All’età di 28 settimane, ha deciso di arrivare prima del previsto tramite cesareo presso l’ospedale Derriford di Plymouth, in Inghilterra.

Come riportato dal New York Post, Sharon Grant, all’epoca 37enne, ha dichiarato che il cordone ombelicale e la placenta non stavano nutrendo correttamente il feto.

Peggio ancora, il feto aveva smesso di crescere a 20 settimane.

In quel momento, Sharon Grant era terrorizzata all’idea che la sua neonata non sopravvivesse.

Essendo Pixie nata tre mesi prima del termine, l’ospedale non aveva l’attrezzatura necessaria per fornirle le cure adeguate.

Anche se la signora Grant non ha potuto tenere sua figlia tra le braccia per interi 18 giorni, la decisione dei medici di mettere Pixie in una busta per il pranzo potrebbe aver contribuito a salvare la vita di Pixie.

Dopo due mesi, Pixie ha iniziato a prendere peso e, al terzo mese, pesava 2,5 kg. È stato a quel punto che Grant è finalmente riuscita a portare sua figlia a casa.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come i medici hanno salvato un neonato prematuro di 498 grammi con un sacchetto per il pranzo
La donna si sveglia in preda al panico mentre la sua bambina è misteriosamente scomparsa dalla culla