Un padre che non voleva che accadesse ha scatenato un’ondata di generosità involontaria quando ha twittato sul passatempo di suo figlio

Uno degli svantaggi della gioventù è che gli interessi considerati “cool” dagli adulti sono spesso considerati noiosi dai tuoi coetanei.

E sfortunatamente, ciò può portare molti ragazzi a abbandonare ciò che amano.

Un padre che non voleva che ciò accadesse ha involontariamente scatenato un’ondata di generosità quando ha twittato sul mancato supporto per l’hobby di suo figlio: il lavoro del legno.

Gabriel Clark, suo figlio di 12 anni, ama creare oggetti in legno da quando ha ricevuto la macchina dal nonno all’età di 3 o 4 anni.

“Ho sempre avuto una vera passione per il legno e ho imparato tutto da solo ciò che so” ha dichiarato Gabriel a PEOPLE.

Il padre di Gabriel, Richard Clark, ha spiegato come condividere le delusioni del figlio appassionato attraverso i social media abbia fatto esplodere Internet nelle ultime settimane.

“Tre settimane fa, il mio più giovane, Gabriel di 12 anni, è tornato a casa sconvolto. Il suo amore per il falegnameria non era considerato cool” ha scritto Richard Clark in un tweet il 15 aprile.

Il tweet di Richard del 25 marzo recitava così: “Cari amici di Twitter, non so quanti di voi siano anche utenti di Instagram, ma ho bisogno di un piccolo favore.

Ho un bambino di 12 anni che adora lavorare il legno. Trascorre ore sui suoi strumenti a fare scodelle e taglieri che vende per comprarsi un ATV.

Mi chiedevo quindi se qualcuno di voi volesse dargli una mano e seguirlo sul suo profilo Instagram clarkie_woodwork, lo farebbe felice.

Grazie in anticipo e sentitevi liberi di retwittare!”.

Richard ha dichiarato che suo figlio, che aveva all’epoca solo 6 follower, sperava di raggiungere il numero di 60.

Ma presto, il numero di follower di Instagram di Gabriel è salito alle stelle, raggiungendo centinaia, poi migliaia.

In pochi giorni, questo numero è esploso fino a superare i 225.000, con più di 20.000 ordini per le sue scodelle e taglieri fatti a mano.

Sapendo che non c’era modo per lui di onorare così tanti ordini, il giovane ha deciso di realizzare una sola scodella speciale da mettere all’asta per raccogliere fondi per l’Ucraina.

Ha quindi creato una scodella in faggio, che presenta una striscia blu e una striscia gialla, riflettendo i colori della bandiera ucraina.

La famiglia Clark ha creato una pagina Just Giving con l’obiettivo di raccogliere 6.000 € e ha invitato le persone a fare donazioni per avere la possibilità di vincere la scodella in un’estrazione a sorte.

E come è accaduto con il seguito Instagram di Gabriel, l’importo ha continuato a crescere. Con l’aumento delle donazioni è arrivata la speranza.

“E se ignorassimo ogni prudenza, abbandonassimo il nostro cinismo e ci lanciassimo davvero nell’avventura?” ha comunicato Richard Clark.

Ha quindi suggerito alle persone di unirsi per fare una donazione e vedere se potevano donare 120.000 € all’appello dell’associazione umanitaria Save the Children Ukraine.

Alla fine, si è scoperto che questa somma non solo era fattibile, ma superabile. Il 16 aprile avevano raccolto 180.000 € e Gabriel ha condiviso un messaggio di ringraziamento.

Valuta l'articolo
Aggiungi Un Commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Un padre che non voleva che accadesse ha scatenato un’ondata di generosità involontaria quando ha twittato sul passatempo di suo figlio
I fatti si sono verificati a Biarritz, un ragazzo di 12 anni che giocava sul suo bodyboard nelle acque di Biarritz ha sentito grida allarmanti